venerdì, novembre 17, 2006

L'apoteosi della fotocopia

Proprio ieri mi trovavo a riflettere amaramente su questioni tipo moda, stilisti, star system e roba del genere, e zap!, mi trovo nella buchetta della posta la pubblicità per l'abbonamento alla rivista Cosmopolitan. Prima di buttare via tutto, ho dato uno sguardo al depliant pubblicitario, che riproduce una serie di copertine della suddetta rivista. L'ho trovato a dir poco inquietante: le attrici o modelle fotografate (molto carine, per carità) sono TUTTE UGUALI. Avranno pure i capelli di colori diversi, e certo non indossano lo stesso vestito: ma le pose, l'atteggiamento, le acconciature... tutto uguale. Fotocopie. Ciclostilati. Pomodori un tanto al chilo.
E poi venitemi a dire che non devo sentirmi intrappolata nella cultura dello stereotipo.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Te le ricordi quelle bamboline che altro non erano se non una semplice sagoma di cartoncino...quelle con i vestitini di carta da ritagliare e sovrapporre...
Ecco, uguali precise!!!
Porta pazienza, contente loro...
Maggie76

Fra ha detto...

photoshop fa miracoli, però non dirmi che kate winslet (in basso a sinistra) è uguale alle altre...

Swan ha detto...

Se la Winslet di persona sia molto diversa non saprei. Certo è che, Photoshop o meno, a Cosmopolitan non hanno una gran fantasia sulle copertine e insistono nel proporre una fila di tizie che, più le guardo, più mi sembrano anonime proprio in quanto fotocopiate...