lunedì, novembre 05, 2007

Come volevasi dimostrare

L'avevo scritto, no? Dico, l'avevo scritto nell'ultimo post, che questa sarebbe stata la settimana peggiore dell'anno. Infatti già da stamattina abbiamo cominciato male. Il culmine arriverà tra giovedì e venerdì, poi con un po' di fortuna tutta l'adrenalina si scaricherà nel weekend, e i nervi torneranno un po' meno tesi la settimana prossima. Da lì dovrebbe essere tutta discesa, se va come al solito. Per aiutare l'effetto discesa ci metto anche una trasferta a Birmingham a fine mese per le ultime due repliche del tour di Godspell e per incontrare Tiffany, e con un po' di fortuna anche Lisa e Junix, anch'essi vecchie conoscenze dai tempi di Cats al New London Theatre (marònn come passa il tempo).

Dicevo, sarà quindi tutta discesa, SE va come al solito. Perché fino ad ora, diciamolo pure, come al solito non è andata. Gli anni scorsi non ero così scombiccherata. Cosa è successo stavolta? Non ne ho idea. Di sicuro tutte le tensioni assorbite negli ultimi mesi (vuoi per casini miei, vuoi per casini altrui) non hanno aiutato, eppure mi conosco a sufficienza da ritenere con fortissima probabilità che il problema non sia quello.

Anzi: se qualcuna delle persone che mi gravitano intorno (o a cui io gravito intorno) sta iniziando a pensare cose del tipo "l'ho stressata troppo" oppure "non dovevo buttarle addosso tutti i miei casini in quel modo", la mia risposta è categoricamente: no, non è colpa tua, tu non c'entri. Qui è il mio cervello che deve trovare una stabilità nuova, usando i soliti vecchi strumenti ormai collaudati, che so benissimo poter funzionare ancora, devo solo affilarli un momentino. Quindi nessuna preoccupazione: datemi solo qualche settimana e passa tutto. No worries. :-)

1 commento:

mimma ha detto...

Ti credo, eh! ;-)